Waking up to ash and dust

Stasera ho capito che in tutto c’è un po’ di poesia. Che ci sia poesia nel tramonto è scontato, è scontato anche che ci sia poesia nel guardarlo con la migliore amica in un posto inculatissimo con solo i grilli come sottofondo, ma non è tanto scontato che ci sia poesia nel tornare verso la civiltà passando per un campo senza avere la minima idea di dove si stia andando, con su le ballerine e di conseguenza tutta l’erba secca che graffia i piedi, e gli insetti. Io per natura odio la natura, ma nella natura c’è un sacco di poesia in realtà. Forse in effetti è scontato anche questo.

Stasera ho capito che un aperitivo può fungere anche da cena un po’ ridotta, perché a volte stare con gli altri ti fa dimenticare che hai fame e che il tuo corpo necessita di nutrimento. Senza esagerare però.

Stasera ho capito che dovrei proprio proprio proprio smettere di fumare, perché ormai dopo dieci minuti che cammino ho il fiatone. E ciò è male, perché a me piace camminare. Inoltre una ragazza che fuma troppo…non si può, dai, non sta bene. Il fatto che io abbia detto che devo smettere di fumare non significa né che effettivamente lo farò né che non l’avessi già capito in passato. Credo che la mia forza di volontà sia schifosamente debole.

Stasera ho capito che, nonostante io sia sempre triste e angosciata, quando sono con gli amiciamici sono sempre la più allegra, e questo non perché io sia effettivamente allegra, ma solo perché mi autocompiaccio del mio umorismo e del mio modo di parlare, e credo che quando troverò una persona che non provi il desiderio di uccidermi per quanto cazzo parlo…sarò nel mio habitat naturale.

Stasera ho capito che, se per il troppo camminare vengono le ciocche ai piedi, fanno malissimo all’inizio ma dopo qualche giorno già non ci fai più caso, che ci si abitua a quelle come ci si abitua a tante altre cose, a furia di sbatterci contro.

Stasera ho capito che, se solo mia mamma sapesse che giri di malaffare mi sto creando intorno ultimamente, mi rinchiuderebbe in casa. E qui non si tratta di droga, di prostituzione o roba del genere, solo di me che sono una deficiente e lascio che mi capitino un sacco di cose a caso. Che però in realtà sono pure divertenti a ripensarci.

Stasera ho capito che dovrei piantarla di sputtanare mio padre ad ogni occasione, abbiamo capito che lo odio, ma potrei anche piantarla lì e tenermele per me certe cose, che poi quando torno a casa mi sento una merda secca, nonostante io continui ad odiarlo.

Stasera ho capito che vorrei creare una persona fatta di tutti gli aspetti belli di tutte le persone che conosco, perché ho capito che tutti hanno qualcosa di bello, ma non è mai abbastanza, e questo vale anche per me stessa.

Stasera ho capito che a non essere una ragazza femminile va a finire che ti trovi in borsa uno specchietto rotto e non saprai mai da quanto tempo è rotto visto che non lo usi mai, ma l’importante è che la storia dei sette anni di sfiga non valga anche per gli specchietti. Tanto io non sono superstiziosa, era solo un dubbio che mi è venuto.

Stasera ho capito che «quando ti ritrovi in mezzo a una strada, con una valigia, senza un tetto sopra la testa, fidati che il senso pratico ti viene» (citazione di un’amica che ha vissuto a Parigi un anno, cosa che vorrei fare anch’io dopo la laurea, e per più di un anno), ma ho capito anche che io non mi ritroverò mai in tale situazione, perché non posso immaginare di non avere il controllo delle cose. Questa è una cosa falsa, forse, in realtà ho solo paura.

Stasera ho capito che no basta, ho fame, vado in cucina a cercare del cibo, possibilmente non sano, ciao.

Se volete ascoltare una bella canzone, ascoltatevi questa:

E welcome to the new age.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

37 risposte a Waking up to ash and dust

  1. r. ha detto:

    “Stasera ho capito che vorrei creare una persona fatta di tutti gli aspetti belli di tutte le persone che conosco, perché ho capito che tutti hanno qualcosa di bello, ma non è mai abbastanza, e questo vale anche per me stessa.”

    Invece credo debba esserlo, sai? Dovrebbe bastarti. Aspettative elevate generano solo delusioni. Ne va della tua autostima, e della tua serenità. E poi la vita, e le cose, e le persone, e i cuori, ecco, vanno presi per come vengono, per quello che sono. Per quello che sei…

    Ma questo è solo il mio punto di vista, eh!

    Ciao! (:

    • pilar93 ha detto:

      Sì, lo so che è un pensiero sbagliato, ma il problema è che io non mi faccio mai bastare niente…

      • r. ha detto:

        In quello che dici è sempre stata la mia insoddisfazione, sbagliatissimo! Non sai quante cose ci sono nella vita che dovrebbero bastarci e renderci felici…

        • pilar93 ha detto:

          Sì, ci sarebbe da fare uno di quei classici discorsi sulla bellezza che sta nelle piccole cose.
          La parte peggiore però è quando si tratta di persone. Dovrei farmi bastare come sono gli altri, perché anch’io non sono perfetta – anzi, tutt’altro -, solo che sono piena di giudizi verso le persone, e c’è una parte del mio inconscio che nonostante tutto continua a farmi credere di essere migliore di chiunque.
          Prima o poi dovrò ben perderlo, questo vizio.

  2. Valentina ha detto:

    Dipende come fate l’aperitivo! Qua ci strafoghiamo, ci riempiamo piatti e piattini senza ritegno!

  3. firesidechats21 ha detto:

    “Stasera ho capito che in tutto c’è un po’ di poesia”…anche in D’Annunzio, quindi? 😉

  4. franciswolves ha detto:

    Allora non sono l’unico che odia D’Annunzio, ottimo 😀

  5. Vuc's ha detto:

    Cavoli ieri sera sei cresciuta un bel po’! 🙂

    Ciao!!!

  6. marcoangels ha detto:

    Hai capito un sacco di cose! =)

  7. Pablo ha detto:

    Cerca di capire una cosa per volta. Cercare di capire tutto in una sera potrebbe solo creare confusione. Soprattutto allo stomaco.
    Non voglio entrare nel personale, ma mi piacerebbe sapere perché odi tuo padre e questo mi permetterebbe “una sera di capirti”.
    La canzone mi è piaciuta.
    Pablo

    • pilar93 ha detto:

      Vero che è bella? 🙂
      Il mio problema è che sono una persona dalla testa confusionaria. Ci metto sempre troppo entusiasmo, voglio fare tutto subito – e poi mi spengo in fretta.
      Un giorno penso che scriverò un post su mio padre. Se mai un giorno riuscirò a essere abbastanza lucida nel parlare di lui da scrivere frasi dotate di senso logico.

  8. leparoledinessuno ha detto:

    Questa sera ho capito che … I tuoi disordini sono il bello della Vita !
    … E sono anche un po’ i miei !
    Ciao.

  9. leparoledinessuno ha detto:

    Hai scritto:

    Stasera ho capito che vorrei creare una persona fatta di tutti gli aspetti belli di tutte le persone che conosco, perché ho capito che tutti hanno qualcosa di bello, ma non è mai abbastanza, e questo vale anche per me stessa.

    Una verità assoluta !
    Non si riuscirà mai ad avere a fianco una persona ‘Assoluta’
    In qualche modo bisognerà scendere a compromessi !
    L’importante che essi siano quasi vicino al 90 per cento dell’Assoluto !
    Ciao.

  10. LaMusa ha detto:

    ..e hai smesso di fumare?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...